NOVITÀ

Coltello d'amore

Il coltello è uno strumento che assume facilmente valori simbolici strettamente connessi con l'ambiente sociale e culturale in cui viene prodotto e utilizzato. In passato veniva associato a riti, scaramanzie, e detti popolari, infatti ancora oggi è usanza farsi donare una moneta nel momento in cui decidiamo di regalarlo, per non "tagliare" il rapporto con chi lo riceve.

Oggi sposteremo la nostra attenzione sui  coltelli d'amore, hanno una storia radicata nelle usanze popolari di alcune zone dell'Italia meridionale, dove spesso si dava come pegno per sancire un legame d'amore. Una chiave di lettura è costituita dall'identificazione tra uomo e coltello, particolarmente forte in alcune culture, per cui l'innamorato che faceva alla donna un simile dono offriva simbolicamente se stesso.                 I manici avevano intarsi di osso contrastanti che rappresentavano occhi ( detti occhi di dado), secondo le usanze avevano uno scopo scaramantico, allontanando gli sguardi di gelosia dalla persona amata. Le varie incisioni presenti sulla lama, cuori, fronde e spesso raffigurazione della coppia, erano sempre ad onorare la promessa, tutto questo rendeva la funzionalità pratica dello strumento un elemento secondario. Molti brani della letteratura popolare, generalmente in forma di strofe, confermano che l'innamorata teneva con sé il coltello vedendo in esso "l'anima" del suo devoto.

A volte a ricevere il coltello era l'uomo, Lei lo donava come esortazione al valore virile, accompagnata però dalla volontà di proteggere, fornendo al suo amato un oggetto pronto ad essere usato nei momenti in cui potesse essere in gioco la vita. Dopo varie ricerche, ho deciso di riprodurre questo coltello , così ricco di storia, tradizione, sapore di vita, e ho cercato di farlo rispettando quell'ideale di amore che ha sempre contraddistinto questa opera d'arte. un ringraziamento particolare ad un grande artista e amico Carlo Cavedon per l'incisione della lama. Concludo con una frase incisa sulla lama di un'antico coltello di questa tipologia, creato nel XIX secolo , per ribadire il concetto: "Si veramente mi porti amor sei la stella del mio cuor". 

COLTELLO D'AMORE

Lama in C70 Incisa da Carlo Cavedon.

Manico in corno di bufalo, intarsi in osso e alpacca, ghiera in alpacca.

Molla interna forgiata, in C70 a 4 scrocchi.

Lunghezza totale 25 cm, come originale, presente sul libro Coltelli d'Europa in mostra a Scarperia  di Luciano Salvatici. (Esemplare in foto, pagina 61-62).


FEDELI RIPRODUZIONI

Per un'artigiano creare qualcosa di unico da un'idea è la massima espressione delle sue capacità, ma riportare alla luce le opere create da artisti di altri tempi è mistico! Mentre riproduci passo passo le peculiarità dei manufatti, ti chiedi cosa possa aver ispirato il creatore in quel preciso momento. Difficile e stimolante, ecco cosa penso "copiando" meticolosamente questi pezzi storici. Oggi vi presento due inediti, presi dall'ultimo numero di "Lame D'autore", rivista sempre pronta a deliziarci di questo pezzo d'Italia.  Trattasi di un coltello siciliano (a sinistra), e un coltello molisano in corno nero di bufalo, entrambi di dimensioni notevoli come gli originali, ricchi di significato legato al loro uso. Sono sempre più convinto che ogni coltello fatto a mano sia una vera e propria opera d'arte!


"Ti sei mai chiesto perchè la gente sì interessa all'arte? Perchè è l'unico segno del nostro passaggio sulla terra."

Culter expo

Con lieto piacere informiamo la nostra clientela che prenderemo parte all'evento culter expo. ll 2019 è l'anno della sedicesima edizione , la mostra-mercato dedicata a tutti i tipi di coltelli (industriali, custom, sportivi, per collezione) che si terrà sabato 3 e domenica 4 novembre 2018 al Parco Esposizioni Novegro (MI).

Scarperia 2019 

Esperienza come sempre ricca di emozione, da cui torno con un terzo premio, e con il piacere di aver visto amici e appassionati.

Di seguito e in allegato i Vincitori della 31° edizione:
Categoria Serramanico
1° classificato = MARIANI SANDRO "Per la ricerca storica sul coltello tradizionale e la manifattura di raffinata qualità"
2° classificato = MOROTTI ATTILIO
3° classificato = NISTA NINO